La valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico nella misura 7.6.4 del PSL Gal Borba: quali le principali novità?

Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo PSL del Gal Borba 2014-2020 “Scenari rurali e paesaggi viventi” intende promuovere con la misura 7.6.4 il recupero e la valorizzazione degli elementi tipici del patrimonio costruito, con particolare riguardo alle componenti che connotano maggiormente il paesaggio locale, tipicamente rurale.

Gli interventi possono riguardare opere di riqualificazione dei centri storici allo scopo di renderli più gradevoli e fruibili soprattutto a livello turistico; interventi di recupero e risanamento di beni di interesse storico e di manufatti minori legati al costruito rurale (ad esempio i muretti a secco, le fontane, gli essicatoi…) collocati lungo sentieri o itinerari tematici. Lo scopo ed obiettivo primario degli interventi è quello di rendere accessibile e fruibile il bene, di inserire in rete il bene all’interno di itinerari di fruizione, di riqualificare il bene ai fini del migliore inserimento a livello paesaggistico valorizzandone la percezione. Saranno beneficiari dei contributi gli Enti Pubblici (Comuni) proprietari dei beni o gli aventi titolo ad intervenire. L’intervento è attuato a bando e prevede un contributo pari all’80% della spesa ammissibile (importo max € 70.000,00 minimo € 30.000,00). Qualora il soggetto beneficiario sia individuato in una Unione di Comuni, l’importo massimo di spesa ammissibile è pari a 100.000 euro. In tal caso, ai Comuni facenti parte della forma associata, non è consentito presentare domanda di contributo in forma singola. L’elemento di innovazione risiede nella selezione delle tipologie di intervento ammissibili, concertate con i potenziali beneficiari, tese a promuovere interventi coerenti e sinergici, nell’ambito di un processo sinergico di generale miglioramento della qualità del paesaggio, in grado di valorizzare nel complesso la sua identità, preservandone e qualificandone la percezione. I principali criteri di selezione terranno conto anzitutto della qualità complessiva dell’intervento, della collocazione dell’intervento e dell’integrazione con il contesto circostante. L’operazione 7.6.4 è finalizzata a sostenere e incentivare il recupero e la conservazione degli elementi tipici del paesaggio e del patrimonio architettonico rurale, con finalità di fruizione pubblica permanente anche da parte delle utenze deboli.  Nello specifico, il Gal Borba, coerentemente con le proprie linee strategiche e in ragione dei fabbisogni rilevati sul proprio territorio, intende sostenere le seguenti tipologie di intervento:

  • recupero, conservazione, restauro e riqualificazione di nuclei storici, spazi a fruizione pubblica, beni storico-artistici in essi collocati, (a titolo esemplificativo: recupero delle facciate, restauro di cinte murarie, fontane, monumenti storici, edifici signorili, …) ad esclusione di: pavimentazione stradale, recupero e sistemazione di vie e/o piazze, sistemi di illuminazione e interventi di arredo urbano;
  • recupero, conservazione, restauro e riqualificazione di edifici e manufatti rurali esistenti e loro pertinenze (a titolo di esempio: forni, fontane, essicatoi,…);
  • recupero e riqualificazione di aree e manufatti di valore paesaggistico-ambientale e siti interessati da interventi di mitigazione e/o rispristino del paesaggio, per migliorarne la percezione visiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php