La preziosa cornice delle Ville Parco sul mare di Genova Nervi nel levante ligure

Print Friendly, PDF & Email

Palazzi e ville fanno da preziosa cornice ad un contesto paesaggistico e naturale di estrema bellezza: i parchi e la passeggiata a picco sul mare di Genova Nervi, nel levante cittadino.

Queste bellezze artistiche, caratterizzate dalle ville museali Grimaldi, Serra, Groppallo e Luxoro, rappresentano un percorso espositivo nato nel Seicento fino ai nostri giorni che unisce l’architettura nobiliare alla natura mediterranea, a piante esotiche ed a roseti di straordinaria emozione.

Villa Serra, dal 1928 sede della galleria d’arte moderna, è un edificio antico; infatti la sua costruzione risale al XVII secolo, dopo diverse proprietà dai Marchesi di Saluzzo ai Morando ai Serra ed infine all’armatore Carlo Barabino, nel 1926 viene ceduta da quest’ultimo al Comune di Genova. La villa ha ospitato personaggi illustri tra cui la figlia di Ferdinando IV Re delle due Sicilie, l’imperatore di Prussia Federico Guglielmo, la regina Maria Cristina di Spagna e lo statista Massimo d’Azeglio; inoltre nel XVIII secolo il parco è stato ingrandito a circa 24mila metri quadrati ospitando ulivi, agrumeti ma anche alberi ad alto fusto (pini, cipressi, lecci, cedri) ed infine maggiociondoli, ippocastani e camelie.

Villa Grimaldi ha una storia un po’ misteriosa, poiché si ignora il periodo di realizzazione ed il nome del progettista; dagli archivi si presume dell’esistenza di un palazzo dei Grimaldi nel cinquecento a proposito dell’avvenimento della congiura dei Fieschi (1547) in cui questa sarebbe stata la sede di riunioni dei congiurati capeggiati da Gian Luigi Fieschi contro Andrea Doria. È certa la sua esistenza nel 1773 quando la villa passa alla proprietà della famiglia Croce; nel XX secolo la famiglia Brizzolesi finanzia lavori di restauro e sistemazione e nel 1956 la proprietà passa ai Fassio Lomellini che nel 1979 la donano al Comune che la trasforma nel polo museale “Raccolte Frugoni”. Il parco è costituito da un ampio giardino all’inglese, con palme, pini marittimi, olmi e soprattutto un meraviglioso roseto; inoltre racchiude una chiesetta privata ed una splendida passeggiata da cui si domina la riviera fino al promontorio di Portofino.

Villa Gropallo risale alla seconda metà del Settecento (1798) e prende il nome del suo primo proprietario il marchese Gaetano Gropallo. Nel 1863 si trasforma in un albergo sul mare chiamato “pensione inglese” e successivamente in Grand Hotel che tra l’altro ospita personalità come lo scrittore Boito, il D’Annunzio ed Eleonora Duse. Dal 1927 è proprietà del Comune di Genova ed attualmente ospita la biblioteca “Brocchi”; il parco, molto ampio, è il regno di palme, cedri del Libano e piante esotiche. Il vasto prato è impreziosito da antichi lecci, eucalipti, araucarie e le particolari cicas, simili a palme e conifere, veri e propri fossili viventi.

Villa Luxoro costruita tra il 1901 ed il 1903 dai fratelli Luxoro su un terreno di agrumeti ed ulivi. Dal 1951 ospita il Museo Giannettino Luxoro, dove sono esposti mobili, orologi antichi, pendole, ceramiche e preziose raccolte di argenti, specchiere e tessuti antichi. Il parco annesso conserva grandi pini marittimi, lecci, cipressi, arbusti della macchia mediterranea come corbezzolo, carrubo e piante esotiche come eucalipto, agave, cicas e palme incorniciate da bellissimi scorci a picco sul mare.

Senza dubbio le Ville Parco di Nervi si possono definire delle opere artistiche e naturalistiche uniche al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php