Regione Piemonte: tutela, riuso e riduzione del consumo di suolo

Regione Piemonte: tutela, riuso e riduzione del consumo di suolo

Print Friendly, PDF & Email

Sono stati recentemente approvati dalla Giunta regionale del Piemonte e presto passeranno all'esame del Consiglio Regionale due importanti disegni di legge in materia di “Procedure edilizie per il riuso, la riqualificazione e il recupero dell’edificato” e di “Norme urbanistiche e ambientali per il contenimento del consumo di suolo".

I due disegni di legge sono tesi al rilancio economico del comparto dell’edilizia attraverso la tutela e il riuso di singoli edifici e la riqualificazione di parti di città al fine di limitare le esigenze di espansione delle aree urbanizzate su superfici libere.

I due disegni di legge promuovono interventi che riguardano singoli manufatti edilizi  attraverso azioni di ristrutturazione edilizia, recupero dei sottotetti e dei rustici o parti più consistenti del patrimonio edilizio nelle sue varie destinazioni d’uso.

Sono, inoltre, previsti i seguenti incentivi:

  • per gli interventi che non comportano aumento del carico urbanistico non ci saranno costi per oneri di urbanizzazione;
  • sono previste premialità legate alla riduzione delle superfici impermeabilizzate;
  • è prevista la possibilità di scomputare dagli oneri di urbanizzazione i costi connessi alla demolizione selettiva dei manufatti edilizi.

Si tratta di due importanti strumenti operativi che agevoleranno la riqualificazione del tessuto urbano con un evidente incentivo per la ripresa economica e con miglioramento sotto il profilo sociale, economico e ambientale di parti della città, periferica o centrale.

L'obiettivo è infatti quello di arrivare ad un consumo pari a zero nel 2040, in coerenza con gli obiettivi e le strategie definite a livello europeo e rafforzare la conservazione delle superfici libere, idonee alla produzione agricola, alla salvaguardia dei livelli di biodiversità e di qualità paesaggistica.

Per approfondimenti leggi qui: Piemonteinforma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php