Dalle “linee guida” del Gal Borba (A.Caldini-D.Bosia) gli edifici di servizio con finalità accessorie

Print Friendly, PDF & Email

Per edifici di servizio con finalità accessorie intendiamo ad esempio i pozzi e i fornicostruzioni di pertinenza dell'edificio per il quale prestano il servizio si presentano quasi sempre come fabbricati isolati in prossimità dell'abitazione principale.

I forni sono riconoscibili dalla presenza del camino e dall'apertura della bocca, in genere sono costruiti con materiali e tecniche analoghe a quelle dell'edificio di cui sono pertinenza, con volta interna in mattoni e base interna in pietra e con copertura finale ad unica falda o a due falde composta da orditura lignea e manto in lose, coppi o tegole.

I pozzi sono quasi sempre posizionati in vicinanza dell'abitazione anche se in taluni casi sono stati rintracciati a maggiore distanza per essere impiegati anche nell'irrigazione dei campi. Si tratta quasi sempre di modeste costruzioni in muratura di pietra o mattoni generalmente lasciati a vista a pianta quadrata o circolare.

Nella maggior parte dei casi l'apertura è frontale e chiusa da un'anta in legno, la copertura è formata da una sola falda o da due realizzate con travetti lignei e manto di copertura in lose o coppi, solo in pochi casi le forme si fanno più complesse ed articolate. In numero minore sono stati rintracciati anche pozzi a forma cilindrica con apertura dall'alto riparati all'ombra di pergolati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php