MAKARS la prima scuola italiana di fabbricazione digitale per i Beni Culturali

Print Friendly, PDF & Email

logo_pdf

 

 

 

 

News_Restauro_01Navigando in rete mi sono imbattuta in questo interessante portale http://www.mak-ars.it/ che pubblicizza la prima Scuola in Italia di Fabbricazione Digitale per i Beni Culturali, nata dalla collaborazione tra3D ArcheoLab e SPQwoRk Factory e con il sostegno di professionisti e importanti aziende del settore.
Le professioni legate ai Beni Culturali sono state completamente rivoluzionate dall’introduzione di nuove tecnologie, hardware e software, che hanno contribuito ad elevare il livello qualitativo della ricerca, della salvaguardia, della valorizzazione e della divulgazione nel settore culturale.
Nel contesto delle tecnologie applicate ai Beni Culturali, grande attenzione è attualmente rivolta alle tecnologie di Time Compression quali ingegneria inversa, realtà virtuale e prototipazione rapida.
La ingegneria inversa è una metodologia che consente, partendo da un oggetto reale, di ottenere il corrispondente modello 3D digitale attraverso sistemi di scansione tridimensionale. Per realtà virtuale si intende un ambiente tridimensionale generato dal computer, in cui un utente può interagire in tempo reale con i modelli 3D digitali. Infine, la prototipazione rapida abbraccia una serie di tecnologie che sono in grado di riprodurre fisicamente un oggetto per addizione di materiale layer by layer, a partire da un modello 3D digitale e utilizzando processi altamente automatizzati.
Sul sito è disponibile anche un blog (aggiornatissimo) che fornisce utili informazioni sul corso attualmente in itinere (scadenza corsi 3/03/2016).

 

 

 



Arch. Antonella B. Caldini [estratto da http://www.stampa3d-forum.it/makars-beni-culturali/]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php