Verde verticale in architettura: quali tipologie esistono?

Print Friendly, PDF & Email

Consulenza gratuita rettangolo-1

Per la riqualificazione edilizia degli edifici inseriti in contesti urbani esistono innovative tecniche di verde verticale che garantiscono la rigenerazione urbana del manufatto con miglioramento non soltanto a livello estetico dell’edificio e del contesto in cui è inserito. L’intervento non interessa unicamente i manufatti edilizi ma anche quelli di tipo industriale di considerevoli dimensioni.

 

Al momento le tecniche di verde verticale si dividono in:

1) facciate verdi (green facade);

2) pareti viventi (living walls);

3) muro vegetale.

verde-verticale-07 verde-verticale-10

Galleria fotografica di alcuni esempi di tipologie di Verde verticale

La tecnica delle facciate verdi o green facade trae il suo nome dalla possibilità di rinverdire un edificio mediante la creazione di una parete verde con l’uso di svariate tipologie di piante arboree rampicanti che vengono fatte aderire mediante l’inserimento di un graticcio anteposto alla facciata che funge da sostegno stesso per la pianta rampicante. Questa tecnica è caratterizzata dall’impiego di limitati tipi arborei, necessariamente rampicanti. Il difetto di questa tecnica sta nella possibile interazione tra la vegetazione e il rivestimento di facciata.

 

Un’altra tecnica possibile per realizzare del verde verticale è quella delle parti viventi o living walls basata sulla realizzazione di moduli prevegetati in materiale inorganico, che vengono montati in facciata e alimentati mediante processi di fertirrigazione. La “prevegetatura” dei moduli conferisce alla facciata un aspetto molto regolare ma anche poco naturale.

 

L’ultima tecnica è quella del muro vegetale basata sul posizionamento di piccoli vasi sul graticcio di facciata o sulla predisposizione di tasche tra due strati di feltro, con piantumazione manuale delle piante per conferire alla vegetazione un aspetto meno artificioso. Nella parete possono essere inoltre inserite quasi tutti i tipi di specie vegetali ma occorre rispettare le intrinseche caratteristiche climatiche, di esposizione o soleggiamento.

 

 

Se devi riqualificare una facciata “brutta” o prima di tagliare una vecchia vite americana chiedici un consiglio, ti possiamo suggerire soluzioni di verde verticale migliorative, individuando gli interventi compatibili con l’esistente o più adatti ad un edificio pseudo-nuovo.

Un pensiero riguardo “Verde verticale in architettura: quali tipologie esistono?

  • 3 Maggio 2017 in 20:43
    Permalink

    E’ da un po’ che navigo e mi sono imbattuto in questo sito.
    Veramente fatto bene. Un caro saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php