Dalle “linee guida” del Gal Borba (A. Caldini – D. Bosia): due itinerari lungo le vie del sacro

Print Friendly, PDF & Email

La nostra Provincia ha dato ospitalità nel corso dei secoli a molti pellegrini che, soprattutto in età medievale, solevano transitare queste terre nel loro viaggio verso Roma, Gerusalemme o Santiago de Compostela o al ritorno verso la propria casa e proprio per questa ragione si è sviluppata nel tempo una particolare vocazione ricettiva che si riflette in una rete capillare di servizi come numerose chiese, monasteri, ospizi ed ospedali.
In realtà solo alcuni comuni dell'area del Gal Borba sono effettivamente collocati lungo il tragitto della Via Francigena (Acqui Terme, Spigno Monferrato, ecc.) che mette in comunicazione Roma con i territori dell'Europa centro-occidentale, e quindi non si può dire che fossero una tappa obbligata nei percorsi delle "vie della fede" ma non c'è dubbio che il flusso di questi pellegrinaggi abbia lasciato il segno sul nostro territorio.
Le linee guida per il recupero dell'edilizia rurale del Gal Borba (manuale edizione 2007-2013) propongono due itinerari:

1) un primo itinerario che interessa l’area acquese ed ovadese ed ha come snodo principale Acqui Terme che è punto di arrivo della prima parte del tragitto e di partenza della seconda parte: la città termale per la felice collocazione geografica e le ricchezze artistico-culturali ed enogastronomiche soddisfa ad un tempo l’esigenza del corpo (il bene-essere delle cure termali e della tradizione enogastronomica) e della mente (il bene-essere dello spirito). 

2) un secondo itinerario, alternativo al precedente, interessa una vasta area che dal Comune di Denice si estende fino alla Val di Lemme e si sviluppa intorno al Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo. Il percorso attraversa dodici comuni tra loro piuttosto distanti per questa ragione è consigliabile che venga affrontato in più giornate. Questa volta funge da snodo principale il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo che è punto di arrivo della prima parte del tragitto e di partenza della seconda parte e dove si suggerisce di fare una sosta per visitare, tra le altre cose, il Parco della Pace “La Benedicta” che propone due interessanti itinerari lungo il Sentiero della Pace e lungo il sentiero delle Cascine.
 

PRIMO ITINERARIO: PERCORSO VERDE e PERCORSO BLU
Il primo itinerario prevede un percorso verde parte da Spigno Monferrato e passando attraverso Montechiaro d’Acqui, Ponti, Castelletto d’Erro, Cavatore, Melazzo e Bistagno arriva ad Acqui Terme e un percorso blu  che parte da Acqui Terme e passando attraverso Visone, Morsasco, Cremolino, Molare e Ovada arriva a Tagliolo Monferrato.

SECONDO ITINERARIO: PERCORSO ROSSO e PERCORSO VIOLA

Il secondo itinerario prevede un percorso rosso che parte da Denice e prosegue per Malvicino, Ponzone, Morbello e Cassinelle con con arrivo e sosta al Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo e un percorso viola che riparte dal Parco e prosegue alla volta di Casaleggio Boiro, Mornese, Lerma,
Montaldeo, Parodi Ligure, Bosio e Voltaggio.

 

In un successivo contributo indicheremo per ciascun comune quali edifici sono stati segnalati per le specifiche “qualità culturali” con descrizioni di massima, volutamente sinteticheed approfondimenti bibliografici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php