CINEMA: in arrivo 120 milioni di euro finalizzati al recupero e procedure più snelle per il riconoscimento dell’interesse culturale

Print Friendly, PDF & Email

Incentivi per chi ristruttura e investe in nuovi cinema e semplificazione del riconoscimento della dichiarazione di interesse culturale per le sale cinematografiche storiche. Sono due misure contenute nel disegno di legge per il cinema approvato dal Senato. Il disegno di legge prevede la creazione di un fondo completamente autonomo per il sostegno dell’industria cinematografica e audiovisiva. Vengono garantite risorse certe per 400 milioni di euro all’anno (+150 milioni che corrispondono ad un aumento di oltre il 60%) e strumenti automatici di finanziamento con forti incentivi per i giovani autori e per chi investe in nuove sale e a salvaguardia dei cinema. Per quanto riguarda le sale cinematografiche, il DDL prevede un Piano straordinario fino a 120 milioni di euro in cinque anni per riattivare le sale chiuse e aprirne di nuove, con l’obiettivo di incrementare il numero degli schermi e la qualità delle sale coinvolgendo un numero molto più ampio di spettatori, soprattutto a favore del cinema italiano. Invece, per favorire la conservazione e la valorizzazione delle sale cinematografiche storiche sono introdotte misure volte alla valorizzazione e alla conservazione del patrimonio da esse rappresentato, sia prevedendo il vincolo di destinazione per le sale storiche, sia introducendo la possibilità che le regioni introducano previsioni urbanistiche ed edilizie dirette, anche in deroga agli strumenti urbanistici, a favorire ed incentivare il potenziamento e la ristrutturazione di sale cinematografiche. Viene, inoltre, agevolato il riconoscimento della dichiarazione di interesse culturale (laddove se ne individuino i presupposti).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.