Come fare una corretta manutenzione ai cornicioni

Print Friendly, PDF & Email

logo_pdf
DESCRIZIONE

I cornicioni degli edifici storici oltre ad una valenza decorativa assolvono ad una funzione molto importante quella di raccogliere l’acqua piovana che scende dall'alto e allontanarla dalle superfici sottostanti dell'edificio, preservando in questo modo le decorazioni e gli ambienti sottostanti.
Quando la manutenzione ordinaria dei cornicioni viene meno, questi elementi si danneggiano e si deve ricorrere al restauro.

Materiali e fasi operative

Nel caso di cornicioni intonacati si prevedono le seguenti modalità esecutive:

  • rimozione eventuale patina biologica con trattamento biocida;
  • pulitura meccanica delle superfici, con pennelli morbidi e gomme d'uso specifico, a rimozione del deposito superficiale;
  • consolidamento e riposizionamento delle parti fessurate o in fase di distacco mediante iniezioni e sigillature con malte idrauliche naturali;
  • rimozione dei rappezzi incongrui ove necessario.
  • integrazione di lacune e fessurazioni con malte idonee per lo strato di corpo e malte di calce aerea per lo strato a finire.

Nel caso di cornicioni con mattoni a vista si prevedono le seguenti modalità esecutive:

  • rimozione eventuale vegetazione superiore infestante manualmente e successivo trattamento biocida;
  • pulitura meccanica delle superfici con pennelli morbidi e spugne wishab a rimozione del deposito superficiale;
  • consolidamento e sigillatura dei giunti mancanti con malte idrauliche naturali simili per composizione e colori a quelle esistenti;
  • rimozione di eventuali sigillature eseguite con materiale cementizio incongruo.
  • integrazione di elementi mancanti con altri similari per componente petrografica, forma e colore.


Raccomandazioni

Ogni intervento deve rispettare la configurazione originaria del cornicione, evitando modifiche dimensioni o tipologiche.

Palazzo Madama Rossi dopo Palazzo Madama Rossi prima

PRIMA E DOPO IL RECUPERO DEL CORNICIONE
Tipologia mista di cornicione con porzione intonacata, passafuori in legno del sistema di copertura e modanatura in mattoni pieni

schede sovrapposte-250 BOTTONE schede tecniche

Compila il seguente form e descrivi il tuo problema:

ti invieremo una scheda tecnica di intervento studiata appositamente per te

Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo telefono

Elemento costruttivo di tuo interesse (richiesto)

Oggetto

Descrivici il tuo problema

Dò in consenso al trattamento dei dati personali

Non hai trovato consigli per risolvere il tuo problema? Chiedici la tua Scheda Tecnica  personalizzata compilando il form descrivendoci qual'è il tuo problema specifico e ti invieremo la scheda tecnica direttamente nella tua email.


Cfr.,:A. B. Caldini, Il restauro della facciata di Palazzo Madama Rossi a Visone (Al)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php